Share Button

Chitarristi Famosi: oggi parliamo del corrente chitarrista dei Deep Purple, Steve Morse, che in pochi conoscono ma che è degno di nota tra i grandi chitarristi.

Steve Morse ormai è noto per essere il chitarrista, prima dei Dixie Dregs ed ora dei Deep Purple dal 1994. Steve è un chitarrista particolare con delle qualità incredibili, sia come chitarrista che come compositore, ma che non è mai riuscito a raggiungere un grandissimo successo. Un chitarrista che nella sua carriera ha suonato Jazz, Rock, Country, Fusion, Classica…

La Vita

Steven J. Morse, conosciuto come Steve Morse, nasce a Hamilton il 28 Luglio 1954, ma passò l’infanzia nel Michigan. Il padre era un pastore (inteso come termine religioso) e la madre pianista. Steve cominciò suonando clarinetto e pianoforte, ma pio si interessò definitivamente alla chitarra.

Cominciò suonando con suo fratello Dave, poi si iscrisse alla Academy of Richmond County dove conobbe il bassista Andy West con cui fondò e sciolse vari gruppi. Steve però venne espulso dopo 10 anni dalla accademia perchè si rifiutò di tagliarsi i capelli, così, seguito da Andy si iscrisse alla University Of Miami’s School Of Music.

Qui nascono i Dixie Gregs, che all’inizio erano solo Steve Morse e Andy West, poi si aggiunse anche il batterista Gilbert Frayer. Nel ’73 Steve Morse fonda la Rock Ensemble II con Allen SLoan al violino.

I Dixie Gregs vengono notati dal tastierista degli Allman Brothers Band che li suggerisce alla etichetta discografica Capricorn, etichetta che si occupava anche di musica strumentale che manda 2 rapresentanti a sentirli. I Dixie Dregs firmano per la Capricorn e cominciano le registrazioni del primo album, interrote da Liza Minnelli che chiama Steve Morse a registrare una traccia del suo album.

L’album esce nel 1977 e contiene pezzi di vario genere, come ad esempio la funk Refried Funky Chiken che puoi ascoltare qui:

Proprio sul più bello e sulla costante crescita dei Dixie Dregs, però la Capricorn Records fallisce lasciando a piedi Steve Morse e compagni che comunque riescono a firmare con la Arista records.

L’Arista Records però pensa di più alle vendite che alla qualità della musica, cosa che delude Steve Morse che vede la sua musica diventare sempre più commerciale e le vendite che non salgono come dovrebbero. Steve Morse si prende una pausa dalla musica anche se poco più avanti esce un Best of dei Dixie Dregs accompagnato da un tour con i membri originari della band.

Steve fonda un nuovo trio, la Steve Morse Band che lo vede impegnato, almeno all’inizio, principalmente in Germania.

Nel 1993 i Deep Purple rimangono senza lo storico chitarrista Ritchie Blackmore e così devono assolutamente trovare un chitarrista all’altezza del precedente. Pensano a Joe Satriani dopo il rifiuto di Steve Lukather, con cui riescono a concludere il tour finendo le date mancanti. Nel 1994 poi però scelgono Steve Morse che rimarrà fino ad oggi registrando 4 album in studio e 7 dal vivo insieme alla storica band.

Riconoscimenti

Nel 1983, quando i Dixie Dregs cambiano il nome in The Dregs per via della casa discografica, ricevono un Grammy come migliore performance strumentale Jazz/Rock per l’album Industry Standard. I lettori della rivista Guitar Player votano l’album come miglior album di chitarra dell’anno. Steve Morse viene nominato anche Best Overall Guitarist, ovvero, il miglior chitarrista in assoluto dell’anno per ben 5 anni di seguito.

Tra le varie cose bisogna nominare anche John Petrucci che si ritiene un fan di Steve Morse.

Lo Stile, il Modo di Suonare

Un punto fondamentale sullo stile di Steve Morse e del suo modo di suonare la chitarra è sicuramente rappresentato dal suo modo di tenere il plettro. Steve, infatti, tiene il plettro in un modo che tencicamente è “sbagliato”. A detta sua lo tiene in quel modo perchè ha imparato così fin da bambino, anche se, come ho già detto nell’articolo in cui spiego i diversi modi di tenere il plettro, forse non è solo per quello.

Lui, infatti è solito eseguire degli armonici che in pochi utilizzano nell’ambito Rock ed il modo in cui lui tiene il plettro è sicuramente più agevole per eseguire velocemente questi armonici.

Un’altra delle particolarità di Steve Morse, come per ogni grande chitarrista è il suono. Steve riesce ad ottenere un suono molto particolare dalla sua chitarra. Chitarra che approfondiremo più avanti. Steve Morse sembra essere completamente rilassato quando suona e plettra note velocissime con un suono simile a quello di un violino.

Infine, il suo stile di composizione non ha precedenti ed una canzone scritta da lui si riconoscerebbe dalle prime 3 note. Ecco un ultimo assaggio della professionalità e della grandezza dei Dixie Gregs in un concerto del 2000 in cui suonano Kat Food:

Share Button