Suonare Chitarra . com

Il Blog del Corso di Chitarra più Facile. Per chi vuole Divertirsi

Chitarristi Famosi: Jimi Hendrix

Share Button

Chitarristi Famosi: oggi parliamo di un personaggio che ha influenzato tutti i chitarristi che sono venuti dopo, considerato da molti il miglior chitarrista in assoluto, Jimi Hendrix.

Tra i molti che ritengono Jimi Hendrix il miglior chitarrista in assoluto mai esistito mi ci metto anche io e voglio dare anche una motivazione, che può essere sicuramente soggettiva, ma la voglio dare perchè ci sono molti giovani chitarristi che dicono per sentito dire che Jimi Hendrix sia un grande chitarrista ma senza sapere il perchè.

Perchè Jimi Hendrix è considerato da molti il miglior chitarrista mai esistito?

Jimi Hendrix è il miglior chitarrista per il suo livello tecnico? Assolutamente no. Come Jimi Hendrix ce ne sono fin troppi come livello tecnico. Qualsiasi maestro di chitarra al giorno d’oggi probabilmente è migliore di Jimi Hendrix tecnicamente e non parliamo di tutte le migliaia di chitarristi famosi venuti dopo di lui.

Jimi Hendrix è considerato il miglior chitarrista per ciò che ci ha lasciato. Jimi Hendrix ha rivoluzionato il mondo della chitarra e il mondo dei chitarristi. Jimi Hendrix ha cominciato a farci sentire nel 1963 ciò che noi stiamo ancora studiando ed evolvendo. Il punto è che Jimi Hendrix ci ha messo a disposizione delle fondamenta stupende su cui poi sono stati costruiti tutti i generi musicali che conosciamo oggi.

Se Jimi Hendrix non ci fosse stato la musica che abbiamo sentito fino ad ora probabilmente non sarebbe la stessa. Tra tutti i grandi chitarristi che puoi conoscere sono sicuro che non ce n’è uno che non abbia studiato Jimi Hendrix, non ce ne è neanche uno che non sia influenzato dallo stile o da qualsiasi cosa di Jimi Hendrix. Soprattutto per quanto riguarda l’hard rock, tutto ciò che esiste dal rock al metal esiste grazie ad una persona e questa persona è Jimi Hendrix.

Jimi Hendrix ha inventato lo stile, il genere musicale, lo spettacolo, il modo di suonare la chitarra e il modo di vedere i chitarristi.

“Mi piacerebbe suonare una nota e vedere uscire i colori”

Jimi Hendrix, la Vita

Jimi Hendrix nasce nel 1942 con il nome di Johnny Allen Hendrix da mamma Cheyenne e padre Afroamericano, poi in seguito fu ribatezzato dal padre come James Marshall Hendrix (da cui Jimi).

La sua prima chitarra gli fu regalata nell’anno della morte di sua madre, nel 1958 e stranamente fu una chitarra per destri che lui imparò a suonare da mancino girando la chitarra e le corde. Ovviamente fu un colpo di fulmine. I suoi punti di riferimento furono i grandi Muddy Waters, Buddy Guy, Albert King e Chuck Berry.

Nel Maggio del ’61 Jimi fu Chiamato alle armi, tuttavia la sua esperienza militare durò poco in quanto lui aveva ben chiaro qual’era la sua strada… quella della musica. Così cominciò a escogitare qualcosa per finire questa esperienza, all’inizio provo a dire allo psicologo di essere gay, poi alla fine riuscì a uscire dicendo di avere problemi alla schiena per via di un lancio con il paracadute.

Jimi Hendrix riuscì in qualche modo ad entrare nel giro dei musicisti che suonavano nei locali più famosi degli Stati Uniti suonando con i King Kasuals e altri gruppi. In questi anni si strutturò la sua formazione e attitudine al blues.

Hendrix partecipò ad un contest di gruppi emergenti in cui primeggiò con facilità e poi passò velocemente nel 1964 da un gruppo all’altro. Partecipò tra l’altro alla registrazione di un successo radiofonico, Testify, della Isley Brothers’ Band.

Per un periodo Jimi venne spesso in contrasto con le band in cui suonava per via del suo modo di far spettacolo e dei suoi assoli infuocati. Tra gli artisti che lo alontanarono anche Ike e Tina Turner.

Il suo primo gruppo lo fonda nel 1966, i “Jimmy James and the Blue Flames“. In quegli anni fu fondamentale la conoscenza del grande Frank Zappa che si dice abbia mostrato a Jimi come costruire ed utilizzare un effetto che diventò poi una leggenda: il wah wah.

Jimi Hendrix fa conoscenza di una persona importante per la sua carriera, la ragazza di Keith Richards (chitarrista dei Rolling Stone) che gli presentò il manager dei Rolling Stone, ma l’incontro non ebbe buon fine, mentre poco dopo gli presentò anche il bassista degli Animals e questa volta l’incontro funzionò.

Fu lui, Chas Chandler, a proporre a Jimi di reinterpretare un blues di Billy Roberts, la mitica Hey Joe. Jimi Hendrix realizzò la sua versione di Hey Joe che piacque moltissimo a Chandler che lo presentò subito al manager degli Animals ed ecco che nascono i Jimi Hendrix Experience. Non ho potuto fare a meno di pubblicare un video di Hey Joe di Jimi Hendrix:

I musicisti scelti per la band Jimi Hendri Experience furono scelti apposta per accompagnare il suo nuovo sound eil suo modo di essere.

La consacrazione avvenne nel giugno del 1967 quando la band fu invitata al Monterey Pop Festival. In questa occasione Jimi non si trattenne dal esibirsi nella sua maniera più estrema, suonando con la chitarra dietro la schiena, suonando con i denti, mimando un rapporto sessuale con essa. Alla fine della performance poi ci fu la scena più epica della storia della chitarra. Jimi diede fuoco alla chitarra e la distrusse sul palco. Ecco il video:

Un altro punto fondamentale della carriera di Hendrix fu la partecipazione al festival di Woodstock del 1969, dove ci fu un altro momento storico per la storia della chitarra e della musica in generale, nel momento in cui Jimi Hendrix suona l’inno americano con la chitarra distorta sumulando i bombardamenti della guerra (clicca il link per saperne di più).

Jimi Hendrix muore la mattina del 18 Settembre del 1970. Non esistono versioni certe di come sia morto.

Share Button

1 Comment

  1. Davide Esposito

    July 21, 2011 at 10:45 am

    Grazie David. Sono pienamente d’accordo con te col dire che Jimi Hendrix non va preso d’esempio tanto per le sua capacità tecniche, ma per la sua capacità di performer. Il suo carisma e la sua presa scenica sono sicuramente parte della sua storia. Jimi Hendrix è certamente stato un evento, in quanto ha reso la chitarra elettrica uno strumento d’arte.

    Nell’arte ci sono stati diversi punti di riferimento che hanno rivoluzionato la storia. Nel mondo della Chitarra Classica, colui che è riuscito a fare questo è certamente Andrè Segovia. Se non fosse stato per lui, la chitarra classica al momento sarebbe nell’ombra. Grazie a Segovia oggi la Chitarra Classica è divenuto uno strumento d’arte.

    Complimenti bell’articolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*

(C) Copyright - DMC srls - Via Ampere 16 - Padova 35136 (PD) - david@suonarechitarra.com - PRIVACY