Share Button

Chitarra Elettrica Gibson Flying VEcco una recensione di una chitarra elettrica molto personale e con molto carattere. La recensione è stata fatta da un chitarrista per SuonareChitarra.com e parliamo della chitarra elettrica Gibson Flying V.

La Flying v esteticamente è forse uno dei modelli più belli mai creati da casa Gibson, ha la forma di una “V” rovesciata, ovvero a “freccia”, ricordando le ali degli aerei da guerra degli anni 6o. Fu molto innovativa rispetto alle altre chitarre create, infatti inizialmente ne fu bloccata la  produzione perché non né furono venduti molti modelli, in seguito dal 1967 fu rimessa in commercio e da allora è sempre rimasta la stessa con stessi materiali e caratteristiche, vediamola nel dettaglio.

Caratteristiche della Gibson Flying V

Chitarra Elettrica Gibson Flying V grande

Il corpo è in mogano cosi come il manico, molto scorrevole e comodo, come è caratteristico di tutti modelli Gibson, la tastiera è in palissandro con 22 tasti, ha tre potenziometri rotondi, uno per il volume e gli altri due per il tono, monta due pick up humbucker, il 496t e il 500t, ideati per un volume di uscita del suono molto alto, cambiando a seconda che scegliate quello al ponte o al manico, quello al ponte risulterà leggermente più potente e aggressivo rispetto all’altro.

Nei suoni puliti il timbro risulta brillante ma non sbalorditivo, infatti questa chitarra divenne famosa soprattutto per il tono aggressivo, quindi venne utilizzata per generi come l’hard rock e il metal, come la maggior parte dei gruppi trash metal anni 80, anche se nei primi anni in cui fu in produzione venne utilizzata da artisti come Albert Lee, bluesman e Jimi Hendrix, principalmente all’inizio della sua carriera, fu un chitarrista leggendario blues-rock che la scelse proprio per questo tipo di suono caratteristico che gli altri modelli Gibson di quel periodo non davano. Nei distorti darà il meglio di sè potente e pulita sarà perfetta se state cercando un sound corposo e ruggente. 

L’unico difetto di questa chitarra è la comodità, da seduti potrebbe risultare scomoda e sbilanciata se usata in piedi, ovvero il manico tenderà a scendere verso il basso, portandovi a tenerlo continuamente con la mano, ma sarà quasi impercettibile, suonando quasi non ve ne accorgerete neanche. A parte questo la Flying V è davvero un ottima chitarra elettrica, sia che suoniate blues che per altri generi più estremi, sicuramente non passerete inosservati se la userete in live, grazie al design accattivante e particolareggiato.

Share Button