Share Button

Chitarristi Famosi: oggi, nel giorno del suo compleanno parliamo di B.B. King il punto di riferimento del blues mondiale.

B.B. King nasce a Itta Bena il 16 Settembre del 1925 con il nome di Riley King. King è tra i più grandi esponenti della musica blues. Chitarrista che diede ispirazione a persone come Eric Clapton, Jimi Hendrix, Mike Bloomfield, Johnny Winter, Buddy Guy, e molti altri.

Insieme alla sua chitarra “Lucille“, una Gibson ES-355 Custom è diventato un’icona del blues già negli anni ’50. Ha vinto 14 Grammy, è al terzo posto della classifica dei 100 migliori chitarristi di sempre del Rolling Stone, ha ricevuto una laurea ad honorem alla University of Missisipi nel 2004.

Gli Inizi

B.B. King comincia a cantare in chiesa giovanissimo nei cori gospel, mentre lavorava nelle piantaioni di cotone, ma sfortunatamente la madre muore quando lui ha solo 7 anni. Dopo essersi appassionato alla musica nera trova impiego come DJ di una radio locale dove comincia a far ascoltare la sua musica e a farsi chiamare Blues Boy of the Beale Street, accorciato poi a Blues Boy e poi in seguito solo B.B. dando origine al nome con cui tutti lo conosciamo.

Il Nome d’Arte

B.B. King decide di chiudere con l’impiego da DJ e comincia a suonare la chitarra negli angoli delle strade, poi nei locali fino a riuscire ad avere la possibilità di registrare con la RPM Records a Los Angeles. Nel 1950 King diventa uno degli esponenti principali del Blues e R&B ed è proprio in questi anni che nasce il nome della sua chitarra (Lucille).

Il nome della Chitarra Lucille

Come ho anticipato, B.B. King è anche famoso per la sua chitarra storica che chiama Lucille, una Gibson ES-355 Custom. Ma da dove viene questo nome?

Durante un esibizione intorno all’anno 1950, in un locale riscaldato da una stufa, due uomini cominciano a litigare per una donna che si chiamava proprio Lucille. Nel bel mezzo della rissa il locale prende fuoco e tutti scappano fuori, ma B.B. King ad un certo punto torna dentro per salvare la sua chitarra.

Il Successo

Il suo primo successo fu Three O’Clock Blues. Nel bagaglio degli anni ’50 ha numerose hit tra le quali:

– You Know I Love You

– Woke Up This Morning

– Please Love Me

– When My Heart Beats like a Hammer

– Whole Lotta’ Love

– You Upset Me Baby

– Every Day I Have the Blues

– Sneakin’ Around

– Ten Long Years

– Bad Luck

– Sweet Little Angel

– On My Word of Honor

– Please Accept My Love”

Nel 1962 B.B. King firma per la ABC Paramount Records. Nel Novembre del 1964 registra a Chicago l’album Live at Regal che entra nella storia del blues molto presto.

Il primo successo di B.B. King che scalò, non solo le classifiche Blues ma anche quelle R&B e Pop fu The Thrill Is Gone che ora ci vediamo in un live del 1993 al Montreaux Jazz Festival (festival storico):

B.B. King è considerato, tra le altre cose, come l’iniziatore della tecnica del vibrato. E’ un musicista storico e straordinario che verrà ricordato e suonato per sempre. Non esiste alcun chitarrista blues che non conosca almeno un passaggio, una frase o un modo di suonare di B.B. King.

Ecco un’altro video, questa volta preso però nel 1968:

Share Button